giugno.2017

Il faro

  • Condividi su Google+
  • Condividi su Pinterest
  • Il faro di San Vito Lo Capo
    Il faro di San Vito Lo Capo
  • Il faro di San Vito Lo Capo
    Il faro di San Vito Lo Capo
  • Il faro di San Vito Lo Capo
    Il faro di San Vito Lo Capo
  • Il faro di San Vito Lo Capo
    Il faro di San Vito Lo Capo

Il faro di San Vito Lo Capo, considerato uno dei luoghi più simbolici di San Vito Lo Capo, é una delle realizzazioni più avanzate ed efficaci del Regno Borbonico.
Esso è alto 43 metri e illumina per oltre 20 miglia marine tutta la costa.

Il faro è meta di piacevoli passeggiate romantiche, la passeggiata che non ci si aspetta di fare nel magico gioco di luci ed ombre, e il loro riflesso sul mare.

Il faro fu costruito durante il regno borbonico con lo scopo di rendere più sicura la navigazione d'altura e costiera, tramite sorgenti luminose che orientavano i naviganti soprattutto durante le forti tempeste.

Il faro fu costruito a partire dal 1854 e inaugurato cinque anni dopo, l'1 agosto 1859.
A pochi anni dalla sua inaugurazione ne fu sostituita la sorgente luminosa che da olio vegetale passava a petrolio.
Nel 1892 il faro venne dotato di un apparato illuminante più avanzato per aumentare la portata del fascio di luce bianca e di luce rossa. Successivamente, nel 1919 fu incorporata nel faro una sorgente luminosa ad incandescenza a vapori di petrolio.

Lascia un commento

Tutti i campi * sono obbligatori. La tua email non sarà pubblicata online.